La Lombardia e Milano si confermano le “regine” dell’alta tecnologia italiana. Un primato confermato dai risultati: in questo settore, infatti, l’export lombardo ha registrato nel 2017 una crescita del 13%,  per un valore di oltre 3 miliardi di euro nei primi tre mesi, pari a circa un terzo del totale nazionale di 10 miliardi (+6%).

Medicinali e apparecchi al top degli scambi

In Regione, i primi prodotti per valore di scambio in tutto in mondo  sono i medicinali, con oltre 1 miliardo di euro (+49,5%). Seguono gli strumenti e apparecchi di misurazione per quasi mezzo miliardo, poi apparecchi per le telecomunicazioni, prodotti farmaceutici di base e computer per oltre 300 milioni. Le destinazioni per questa tipologia di export sono soprattutto Stati Uniti (409 milioni, +68%). L’export verso Germania e Svizzera si attesta a quasi 300 milioni. Decisamente in crescita anche le esportazioni verso il Regno Unito (171 milioni, +49%) e il Giappone (132 milioni, + 45%).

Il ruolo dell’innovazione

La Camera di commercio con l’azienda speciale Innovhub SSI, nata nel 2011 dall’unione di Innovhub con le ex-Stazioni Sperimentali per l’Industria dei settori cartario, tessile, dei combustibili e degli oli e dei grassi con l’obiettivo di far progredire la ricerca in una direzione sempre più sostenibile, svolge attività di ricerca applicata, consulenza tecnico-scientifica e testing industriale avvalendosi di numerosi laboratori scientifici ed esperti di ricerca e innovazione. Fornisce anche servizi nell’ambito della progettazione europea e dei finanziamenti all’innovazione, con una attenzione particolare alle PMI. Anche l’internazionalizzazione è sempre più tecnologica.

Gli strumenti a disposizione delle aziende per conquistare i mercati esteri

Crescono anche gli strumenti sul web utili a potenziare la presenza delle imprese lombarde sui principali mercati esteri. In questa direzione, Promos, Azienda Speciale per le Attività Internazionali della Camera di commercio, propone servizi che danno la possibilità alle azienda lombarde di sviluppare diversi strumenti online per presentare i propri prodotti ai principali buyer esteri, mettendo a disposizione un’assistenza personalizzata per favorire lo sviluppo internazionale del business aziendale.

Hi-tech in Lombardia, 9,5 miliardi in tre mesi

Milano è prima sia per import sia per export con oltre 6 miliardi complessivi di interscambio. Seguita nell’export da Monza e Brianza che cresce del 70%, da Varese e da Lodi, mentre nell’import da Lodi, Monza e Brianza e Pavia. E se Milano è specializzata soprattutto nell’export di prodotti farmaceutici, Monza e Brianza è prima in componenti elettronici. Per quanto concerne le apparecchiature per le telecomunicazioni Lodi segue Milano mentre Varese si specializza nel settore aeromobili.

ShareShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn